Empublic – Enhancing employment and self-entrepreneurship of disadvantaged people throught better relationship between the public and private sectors – progetto finanziato dall’Unione Europea.

Empublic – Enhancing employment and self-entrepreneurship of disadvantaged people throught better relationship between the public and private sectors – progetto finanziato dall’Unione Europea.

Empublic_font5a
logo (4)
LogosBeneficairesErasmus+LEFT_IT
Project Start Date 01/09/2016
Project Total Duration 36 Months
Project End Date 31/08/2019

 

L’ente capofila è Soform Scarl – Italia in partenariato con:

  • Bit Planota –Slovenia-Ente Di Sviluppo Locale – Partner
  • Ambito Distrettuale San Vito Al Tagliamento-Italia – Ente Locale– Partner
  • Skup-Slovenia-Associazione – Partner
  • Escuela De Economía Social-Spagna-Ente Formativo – Partner
  • Rra Severne Primorske-Slovenia-Ente Locale– Partner
  • Andalucia Emprende Fundacion Publica Andaluza –Spagna –Agenzia Regionale per l’autoimprenditorialità- – Partner
  • Comune Di Siviglia –Spagna- Ente Locale – Partner
  • Euricse- Italia-Ente Di Ricerca – Partner
  • Irecoop Veneto- Italia Ente Formativo – Partner
Obiettivo generale:

Aumentare le opportunità di formazione, autoimpresa e inserimento lavorativo di soggetti svantaggiati nell’ambito del sistema degli appalti pubblici.

Obiettivi specifici:

  • Migliorata capacità da parte delle PA di sviluppare sinergie che, nell’ambito dei processi di concessione ed esternalizzazione dei propri beni e/o servizi, consentano di valorizzare il patrimonio pubblico e l’inclusione sociale e lavorativa di soggetti svantaggiati
  • Migliorata capacità di formazione, accompagnamento e inserimento lavorativo dei soggetti svantaggiati da parte della VET e dei servizi territoriali per il lavoro e l’inclusione
Partecipanti e destinatari
  • I beneficiari diretti ed indiretti del progetto sono:
  • Le persone svantaggiate, ai sensi della normativa Europea e Nazionale, seguite dai diversi servizi sociali e per il lavoro.
  • I dirigenti e responsabili del sistema territoriale dei servizi, politici e decisori degli enti locali e della Pubblica Amministrazione
  •  I rappresentanti e operatori delle organizzazioni sindacali e degli enti di sviluppo del sistema delle imprese, dell’artigianato, dell’industria, del commercio e della cooperazione
  • Gli operatori dei servizi territoriali (formazione professionale, cooperazione sociale, servizi sociali, sanitari e per l’impiego)
Attività:

O1- Linee guida per l’elaborazione e l’assegnazione di appalti pubblici che supportino l’autoimprenditorialità e l’inserimento lavorativo dei soggetti svantaggiati.

O1/A1 Analisi della normativa vigente, delle procedure e delle buone pratiche utilizzate nell’ambito degli appalti pubblici per incentivare l’autoimprenditorialità, la formazione e l’inserimento lavorativo di soggetti svantaggiati

O1/A2 – Analisi delle possibili aree di co-progettazione pubblico-privato per lo sviluppo d’impresa, la formazione e l’inserimento lavorativo dei soggetti svantaggiati

O1/A3 – Elaborazione e condivisione di una proposta di linee giuda per la predisposizione, l’affidamento e la gestione di beni, servizi e spazi pubblici

O2- Modello per la formazione, il sostegno all’inserimento socio-lavorativo di soggetti svantaggiati

O2/A1 – Analisi comparata dei sistemi e dei percorsi di inserimento lavorativo di soggetti svantaggiati (con valutazione degli esiti dei processi d’inserimento socio-lavorativo)

O2/A2 – Analisi comparata delle metodologie utilizzate per la rilevazione, il riconoscimento e la validazione delle competenze, anche non formali

O2/A3 – Definizione di metodologie condivise per la rilevazione, il riconoscimento e la validazione delle competenze acquisite anche in percorsi non formali

O2/A4 – Analisi dei modelli di progettazione e degli strumenti utilizzati in ambito sociale, formativo e nei servizi per l’impiego per la definizione e la realizzazione dei percorsi di formazione ed accompagnamento per inserimento lavorativo e l’autoimprenditorialità di soggetti svantaggiati

O2/A5 – Preparazione ed elaborazione del modello di formazione e accompagnamento per l’inserimento socio-lavorativo e l’autoimpiego di soggetti svantaggiati

O3- Programma di formazione per gli operatori dell’inserimento lavorativo di soggetti svantaggiati

O3/A1 – Analisi e definizione delle competenze tecnico-professionali e trasversali necessarie agli operatori dell’accompagnamento per sostenere i percorsi di inserimento lavorativo di soggetti svantaggiati

O3/A2 – Elaborazione del programma di formazione e dei supporti didattici per gli operatori che si occupano di inserimento lavorativo nell’ambito dei servizi formativi, sociali e dell’impiego

O4- Valutazione degli strumenti predisposti e della sperimentazione

O4/A1 – Applicazione dei modelli e degli strumenti predisposti con pubblicazione ed attivazione di una o più appalti, convenzioni, affidamenti di beni/servizi nei territori di sperimentazione

O4/A2 – Sperimentazione del modello per la formazione, l’inserimento socio-lavorativo e l’autoimpresa dei soggetti svantaggiati.

O4/A3 – Elaborazione del piano di valutazione e valutazione dei modelli e della sperimentazione

Impatto previsto e benefici a lungo termine:

Accresciuta opportunità di formazione, autoimpresa e inserimento lavorativo di soggetti svantaggiati nell’ambito del sistema degli appalti pubblici.

E’ previsto inoltre un impatto a livello di sistema, nel medio-lungo periodo, in termini di miglioramento dell’efficacia e dell’efficienza del lavoro di rete tra i servizi per la formazione, l’inclusione e il lavoro.

Le ragioni della transazionalità

La dimensione transnazionale trova le sue ragioni sia nella natura del problema sul quale si intende intervenire, che accomuna tutti i Paesi partner e l’intera UE, sia sulla strategia d’intervento individuata, che prevede di impattare congiuntamente a livello locale, regionale, nazionale e internazionale.

Lo scambio di buone prassi, il trasferimento di metodologie operative, la condivisione di conoscenze, la comparazione tra sistemi e modelli di intervento, il raffronto tra le esperienze maturate nei diversi contesti nazionali rappresentano la chiave per produrre l’inno.

Attachments

About